29 febbraio 2012

CORSO WEDDING PLANNER

NOVITA' 2013


Buongiorno a tutte care amiche, amici e futuri wedding planner, avrete notato che abbiamo cambiato colore al blog...perchè? Perchè anche noi seguiamo la moda....e per il 2013 il colore prevalente per le spose è...

TIFFANY


mi raccomando, non verde acqua, come qualche ditta ce lo vuole vendere perchè deve vendere i suoi nastri e tulle di quel colore, ma TIFFANY come il colore dell'omonima griffe.
Attente a non strafare...è il particolare Tiffany, non un colore unico. Per cui attenzione agli abiti da sposa, chi vi vuole rifilare il blu o il rosso è decisamente demodè, e gli allestimenti troppo pieni di accessori, fiori e nastri sono molto out, quello che va adesso sono linee essenziali e pulite, di buon gusto.



PETALI DI RISO




E' uno dei momenti TOP del Matrimonio, preferito dai bambini, e sicuramente apprezzato dagli adulti. La cerimonia è finita, gli sposi e i testimoni stanno firmando i documenti, e gli invitati fuori attendono con impazienza gli sposi. I coni di riso sono già pronti in mano agli amici e ai parenti da lanciare all'uscita. I più temerari hanno in mano gli Air bum da sparare in altro, sopra gli sposi, per creare una coreografica discesa di petali colorati o stelle filanti. Escono? non escono? ecco.....stanno arrivando!


Sono sulla porta, stanno uscendo....e tutti quasi all'unisono iniziano a lanciare il riso e i petali colorati. E' un momento bello, importante che testimonia la felicità di tutti per la nuova coppia appena sposatae augura una vita fortunata e felice.
Seguono poi gli auguri con i baci e gli abbracci di tutti gli invitati e ci si scambia subito la prima impressione, dell'entusiasmo e dei complimenti.

E' bene per gli sposi predisporre dei coni portariso con petali e riso colorato (quello che non macchia gli abiti) così da far distribuire fuori dal luogo della cerimonia a tutti gli invitati, normalmente viene contato un cono ogni due, tre persone.
Chiaramente è bene informarsi sul luogo della Cerimonia. In alcune Chiese è assolutamente vietato il riso, per cui in questo caso meglio dei petali artificiali (anch'essi predisposti in coni di carta).
Una bella tradizione è il volo di due colombe in volo che gli sposi libereranno, negli Stati Uniti c'è la tradizione di liberare delle farfalle. Ultimamente questa performance è stata sorpassata da una serie di palloncini colorati, con appeso un messaggio degli sposi, che vengono fatti volare in cielo.




TUTTI INTORNO A NOI...

come affrontare il Matrimonio
a livello pratico e psicologico.


Dalla dichiarazione d'amore al MATRIMONIO il passo, spesso, è breve. Normalmente in questo lasso di tempo, dai 6 mesi ad un anno circa si "affrontano" sul matrimonio le due famiglie di sposi.
Non è facile per la coppia destreggiarsi fra gli alti e bassi della famiglia di lei e di lui.
La prima cosa che viene affrontata è la lista degli invitati, è un compito arduo, spesso fonte di discussioni in famiglia. Innanzitutto occorre capire bene che tipo di matrimonio si vuole organizzare, che tipo di location è più adatta e la capienza per il numero degli invitati.
Il numero degli invitati è molto determinante. Infatti cambia, sia dal lato economico, che dal lato tecnico della festa. Non è facile gestire un numero elevato di persone, occorre dare a tutti la stessa importanza e accoglienza. Si può cominciare a stilare una lista massima di persone e successivamente riconsiderarla, tenete conto che le conferme corrispondono circa al settanta per cento degli inviti. Un buon metodo è dividere le persone per categorie: testimoni, genitori, fratelli, zii, cugini, amici, colleghi di lavoro. Tutto dipende dal legame affettivo che gli sposi hanno con gli invitati.

La lista viene vista e rivista più volte, ed è opportuno che la coppia di sposi proceda di comune accordo, escludendo e integrando gli invitati, e talvolta, ascoltando anche le rispettive famiglie. Normalmente in questa fase ognuno darà la propria opinione sugli inviti fatti, e la coppia di sposi si sentirà "bersagliata". Un consiglio: è IL VOSTRO MATRIMONIO, STATE CREANDO LA VOSTRA NUOVA FAMIGLIA e dovete decidere voi. Procedete con il CUORE, tenendo comunque conto del rapporto che avete con le vostre rispettive famiglie, e della sensibilità di ogni persona. 

E' una fase molto delicata di tutta l'organizzazione, su cui si basa la maggior parte del matrimonio.
Dopo la spedizione degli inviti, si attenderanno le conferme. Non tutti, probabilmente lo faranno per cui occorrerà fare un recall che vi darà un quadro definitivo del matrimonio.







Abiti e Accessori sposa


C.so G.Vendemini n 34 - Savignano sul Rubicone (FC)
Si riceve su appuntamento tel 0541 943516
i backstage delle sfilate su facebook




WEDDING CAKE




La TORTA, guardata quasi come l'abito della sposa, acquista un ruolo importante all'interno della festa. E' lei che con il suo stile  e la sua forma fa da cornice a tutto il gran finale dei festeggiamenti.

La torta rappresenta l'ultimo set fotografico (per il classico taglio), l'ultimo momento di convivialità con gli invitati, per cui oltre che bella deve essere anche buona...è questo che rimarrà più impresso nella mente di tutti: la scenografia dall'ottimo gusto.

La torta ha un ruolo importante, per questo le si riserva solitamente uno spazio speciale, rappresentato da un gazebo allestito a regola d'arte, oppure un angolo di un giardino particolare, comunque un posto "diverso" da dove si è svolto tutto l'evento. E' un momento importante che va risaltato. La torta entra in scena sorretta dai camerieri e poi fa la sua apparizione per il classico primo taglio fatto dalla mano degli sposi: la mano destra di lui, sopra la mano destra di lei e poi il brindisi.

Oggi le torte, o wedding cake, come ci piace chiamarle dai matrimoni oltreconfine, sono dei veri capolavori, abbinati anche a tutto lo stile della cerimonia e all'abito della sposa, per tradizione sono solitamente di forma rotonda. Pochi sanno che la forma rotonda della torta rappresenta la vita coniugale e i piani il cammino verso l'alto.

Ci sono diversi tipi di wedding cake: quella di stile anglosassone, oggi amatissima, rotonda o quadrata, a più piani direttamente sovrapposti oppure separati. Le decorazioni possono poi essere commestibili oppure solo di arricchimento come nastri e fiori.
Sempre ammirata è la decorazione finale che viene appoggiata sopra la torta: la cake topper. Gli sposini classici sono stati rimpiazziati da caricature ironiche degli stessi.
La torta su un unico piano è meno appariscente ma allo stesso tempo d'effetto se di grandi dimensioni e sapientemente decorata.
L'ultimissima creazione, adatta soprattutto se le persone stanno poco sedute, e quindi per i buffet,  sono le cape cake. Tante monoporzioni di torta, anche a più gusti, sopra varie alzate che ognuno può prendere e gustare.
Dopo la torta ci si può sentire liberi di congedarsi dal ricevimento, ma se si hanno molti amici e la festa continua, si può far allestire un piccolo buffet di pasticceria mignon e un open bar.






Bidart Eventi
è PARTY & WEDDING PLANNER SOLUTION
Consulenti professionali che
vi sapranno consigliare il meglio per il vosto matrimonio.

Il  matrimonio da favola si può realizzare con qualsiasi budget!

tel 0541 943516



REPORTAGE
o FOTOGRAFIE?

Parliamo del servizio fotografico del matrimonio. Il dilemma che assilla molte coppie è: classiche foto tradizionali o reportage fotografici?
Le classiche foto tradizionali sono le cosiddette foto in posa, quindi gli sposi, parenti, amici, si metteranno a disposizione del fotografo in maniera seria  o scherzosa e attenderanno lo scatto della foto.

Quello che ultimamente piace sono proprio i reportage. Gli sposi e gli invitati non sono in posa, se non in qualche scatto, e viene esaltata la spontaneità della fotografia. Sarà bellissimo vedere alcune espressioni di persone che si commuovono, che ridono, e che regalano gioia quando si andranno a rivedere le foto.
Gli scatti avvengono in modo naturale, nessuno si accorgerà del fotografo che agisce dietro le quinte ma che sa catturare le immagini del matrimonio in modo naturale.
Ci sono diversi tipi di fotografi: c'è chi si sofferma sui particolari, chi sulle emozioni, e chi fa delle foto spiritose, e c'è chi racchiude tutte queste sfumature.
Un bravo wedding planner sa che tipo di fotografo consigliare agli sposi e che possa essere in armonia con loro. Non dimentichiamo che, in ogni caso, il fotografo deve essere una persona con la quale gli sposi si possano trovare a proprio agio e non imbarazzati.

Inoltre un bravo wedding planner consiglierà anche la scelta dell'album del matrimonio a seconda della coppia di sposi. Ci sarà il classico album con le foto, il fotolibro ,  oppure la valigia fotografica, ecc.

Ultimamente, c'è anche la tendenza a prendere un fotografo professionista per la cerimonia, e poi, nel luogo del ricevimento, mettere a disposizioni degli invitati delle macchine fotografiche usa e getta che  potranno utilizzare e a fine cerimonia riconsegnare direttamente agli sposi., che stamperanno le foto scattate.  Certamente è una cosa da valutare bene. Non tutti sono fotografi. Ricordate che ci potranno essere scatti belli e anche foto inguardabili e che sicuramente non si potrà rifare un matrimonio perchè non sono venute bene le foto. Personalmente, penso che sia più facile affidarsi ad un professionista, a seconda del proprio budget,   e magari mettere comunque a disposizioni delle wedding camera su ogni tavolo al ricevimento. In questo modo avrete delle foto sicuramente belle che rimarranno indelebili nel tempo, e allo stesso tempo avrete delle foto di parenti o amici che avranno scattato in maniera improbabile.

E' molto bello, anche se ultimamente si è un po' persa, fare anche il video del matrimonio. Vi assicuro che quando lo andrete a rivedere oltre alle emozioni che rivivrete in diretta, vi vedrete da un altro punto di vista, coglierete aspetti che non potevate percepire e vedrete cose che non avete visto quel giorno. Gli occhi della telecamera apriranno una finestra in più sul vostro matrimonio da favola.



Un bravo wedding planner saprà che tipo di coppia di sposi ha davanti e cosa consigliare perchè il loro matrimonio rimanga un ricordo indelebile nel tempo attraverso le foto e il video.






i cadeaux del Matrimonio:

LE BOMBONIERE


Tutti noi sappiamo cosa sono le bomboniere: sono cadeaux che si regalano agli invitati al matrimonio quale ringraziamento per aver condiviso insieme un momento importante di gioia e festa, sono il ricordo che rimarrà agli invitati degli sposi.
La Bomboniera è il SIMBOLO del matrimonio, così come i CONFETTI. Pochi lo sanno ma sono state proprio le suore nei conventi che per festeggiare le cerimonie, facevano i confetti. Le due metà della mandorla unite dallo zucchero rappresentano l'unione e l'inizio della vita a due.
Addirittura si dice che se per il matrimonio non si vedono confetti, la vita non sarà delle più felici. La confezione per la bomboniera è composta da 5 confetti che rappresentano: felicità, fertilità, lunga vita, fedeltà e amore. Ultimamente, vista la varietà dei gusti di confetti in commercio, si usa metterne anche di più nella confezione, ma sempre in numero dispari

Quando si pensa alla bomboniera si pensa al classico oggetto tipo vasetto, piattino, ecc...per cui molti sposi non si avvicinano neanche a guardare la bomboniera! 

In realtà LA BOMBONIERA E' CAMBIATA nel corso degli anni, così come sono cambiate le mode e gli stili.
La bomboniera si può fare con qualsiasi oggetto che rappresenti in qualche maniera gli sposi. In questi ultimi anni si vedono: ciondolini in argento e metallo che semplicemente legati vicino ad un sacchettino di confetti fanno il loro effetto. Si vedono anche coppiette che si abbracciano e che fungono da sale e pepe, olio e aceto, bicchierini da caffè, barattolini in vetro con confettini colorati, apribottiglie, profumatori per cassetti o per ambienti, portachiavi, addirittura foulard. Sono tutti oggetti che possono essere utilizzati e che saranno, probabilmente, più apprezzati che altri oggetti-soprammobili.

Chiaramente ogni oggetto ha una sua confezione particolare che si va ad abbinare a tutto lo stile del matrimonio e che va a far risaltare l'oggetto stesso. Ogni stagione, ogni stile,  a seconda del tono e dell'ambientazione delle nozze delinea la linea di tulle, tessuti, nastri e confetti.
Un'alternativa alla bomboniera è un sacchetto più importante, oppure una scatolina più particolare da  regalare a tutti gli invitati.
Si può scegliere di fare un tavolo con una presentazione particolare sia con le bomboniere che con le scatoline, in modo che al momento del saluto alla fine del matrimonio gli sposi possano distribuirle ad ogni ospite. 

E mi raccomando, il vero wedding planner si riconosce anche dalla bomboniera che consiglia!






Volete provare a realizzare da soli il vostro cadeau de mariage?
Bidart group vi insegnerà come si fa!!

Bidart group tel 0541943516



gli annunci di Matrimonio:

LE PARTECIPAZIONI



Cominciamo da una semplice definizione: le PARTECIPAZIONI 
sono gli  annunci ufficiali che stampiamo per il matrimonio e rappresentano il nostro 
BIGLIETTO DA VISITA 
di presentazione al nostro evento. 


Esistono in commercio svariati tipi di partecipazione: formali, informali, seriose, spiritose. L'importante è che rispecchino la personalità degli sposi e che rispecchino la loro gioia di invitare i parenti e gli amici alla cerimonia che corona il sogno d'amore.


Un tempo le partecipazioni venivano stampate con i nomi dei genitori che annunciavano il matrimonio dei rispettivi figli, adesso le formule sono meno formali, e sono gli stessi sposi ad annunciare il matrimonio.
Sulla partecipazione troviamo quindi il nome e cognome degli sposi ( a sinistra lo sposo e a destra la sposa), l'annuncio con indicazione del luogo (Chiesa o Municipio), la città, la data e l'orario. C'è poi un secondo cartoncino, che indicherà il luogo dei festeggiamenti con l'indirizzo. Ultimamente, visto che i matrimoni si festeggiano dopo l'arrivo di un figlio, ecco che anche le partecipazioni si adeguono e il figlio nel giorno del suo compleanno o del Battesimo annuncia anche il MATRIMONIO DI PAPA' E MAMMA.


Fondamentale è comunque  indicare sulla partecipazione il numero di telefono al quale gli invitati confermeranno la loro presenza. Nel caso si pensi di fare una lista di nozze si può indicare in fondo alla partecipazione dove la si effettua. Mi raccomando nel caso in cui si vorrebbe la classica "busta" NON indicate MAI l'Iban della banca sulla partecipazione: è di cattivo gusto, è meglio non indicare niente, saranno gli stessi invitati a chiedervi cosa vorreste di regalo e a quel punto lo direte semplicemente.

Le partecipazioni vengono spedite o consegnate almeno due mesi prima del matrimonio e ne viene contata una a famiglia e una nel caso di single.
Quando scegliete o vi fate fare la partecipazione tenete conto dello stile che vorreste dare al vostro matrimonio, e soprattutto dell'abito della sposa che determina sia il colore della stampa della partecipazione che il particolare d'effetto sulla busta.


BIDART  IDEE E CREATIVITA'

Tutto il Fai da Te per la Cerimonia, Bomboniere, Confezioni Creative e Innovative, 
Confetteria specializzata, Allestimenti Scenografici

C.so G.Vendemini n.38 - 47039 Savignano sul Rubicone (FC)
tel 0541 943516 - 334 3415327
bidart@katamail.com





...parte tutto 

DALL'ABITO DA SPOSA


Alzi la mano chi non ha mai fatto un commento sull'abito della sposa e su quello che ruota attorno ad esso! In ogni matrimonio l'abito della sposa è immancabile. Chi, futura sposa, non ha mai sognato il giorno del matrimonio fin da bambina, provando gli abiti lunghi della mamma e immaginando come sarà il suo giorno? Finalmente è arrivato il momento di diventare la principessa che realizza il sogno di una vita con il suo principe azzurro. Qualunque sposa prova un'emozione molto forte quando prova l'abito, c'è adirittura chi si diverte a provare più abiti, girando anche i vari atelier, sia per rendersi conto del modello che fa al caso suo, sia perchè, generalmente, capita una volta nella vita e c'è chi al primo abito si innamora di quello e si commuove.
Quando ad una sposa si chiede come immagina il suo abito, risponde che se lo immagina semplice...e .magari quel giorno la vedremo con indosso un abito di pizzi e merletti.
Il wedding planner sa che comunque sia un abito si deve inserire in maniera armonica nel contesto: generalmente un abito romantico e voluminoso con velo e strascico lo si vede in un castello e in una villa antica, un abito dalle linee essenziali lo si vedrà bene in un contesto liberty. In un agriturismo può esserci un abito in tessuti particolari increspati, oppure semplicemente romantico con sfumature di colore. In ogni caso qualunque sia l'abito che la futura sposa si sente addosso è sempre bene partire da quello per studiare gli allestimenti più adatti a tutto lo stile della cerimonia, e così anche per l'acconciatura, il bouquet che devono essere in armonia e proporzionati.
Un wedding planner deve aiutare la sposa nelle decisioni, deve saper consigliare il meglio e mi raccomando, mai offendere la sposa, ma cercare di assecondare i suoi gusti facendola capire dove sta sbagliando, solo così sarete dei bravi professionisti e sarete apprezzati per il lavoro che state svolgendo.

...e lo sposo??? Se proprio vogliamo rispettare la tradizione, sarebbe il tight, in realtà in questi ultimi anni diciamo che lo sposo si "adatta" e molto spesso si sceglie  l' abito coordinato alla sposa. Ad esempio se la sposa ha qualcosa di lilla, ecco che la cravatta di lui potrà essere lilla (stesso lilla). Lo sposo generalmente quando sceglie un abito dice "ne scelgo uno che posso rimettere anche dopo", per cui è meglio optare per il classico abito scuro, grigio o blu, gilet, camicia bianca, cravatta elegante e scarpe nere. Un tocco in più è il fiore all'occhiello, sia per lo sposo che per i testimoni, abbinato al bouquet della sposa.
Una raccomandazione per gli sposi: vietate le scarpe da tennis per la sposa, meglio una ballerina se non potete sopportare i tacchi, e cravatta obbligatoria per lo sposo!


Abiti  e accessori sposa per tutte le taglie, anche su misura,
il tuo abito è unico e da tutti i prezzi
si riceve su appuntamento tel 0541 943516


TABLEAU DE MARIAGE

il TABLEAU DE MARIAGE non è altro che uno schema per la disposizione tavoli e di conseguenza dei posti a sedere dei commensali, visibile a tutti e realizzato in maniera creativa, originale, e talvolta anche particolare. Sul tableau si trovano i nomi degli invitati seduti al tavolo e, di conseguenza, sul tavolo si trovano dei cartoncini che riportano la scritta del tableau.
Il tableau può essere un cartellone, un quadro, dei cartoncini appesi, che si trovano all'esterno della sala del ricevimento o nell'ingresso esterno della location e che danno modo agli ospiti di capire dove sedersi. 
Ma che STILE si usa per il tableau? Innanzitutto occorre sapere con precisione il numero degli ospiti che saranno al matrimonio e coordinare il tutto con l'allestimento e lo stile della location. E' un dettaglio, il tableau, che però non deve essere trascurato, infatti è la prima cosa che gli invitati si fermano ad osservare minuziosamente. E' anche un modo per far "rompere il ghiaccio" ai commensali che non si conoscono ma che sono seduti, ad esempio, allo stesso tavolo.

La disposizione tavoli, spesso, è oggetto di discussioni varie perchè può capitare che alcuni invitati vi chiederanno di non sedersi al tavolo con altri, ma quello che dovete far capire è che durante il matrimonio queste persone si vedranno comunque! Un consiglio: la disposizione tavoli va decisa dagli SPOSI  per quanto riguarda i commensali, e dal CATERING/RISTORATORE per quanto riguarda lo schema, il wedding planner ha un ruolo solo di consigliere. Nulla da togliere al wedding planner, che può dire quelle che sono le regole del galateo per la disposizione, può consigliare un tipo di tavolo ad esempio tondo o lungo,  e un certo tipo di tovagliato. Lo schema vero e proprio è meglio che sia il catering a farlo,  perchè è in grado, in base al numero degli ospiti, in base alle portate, in base allo staff che ha a disposizione di capire quale sia il modo migliore per presentare e servire il tutto in maniera perfetta.

Le ultime tendenze portano gli SPOSI ad essere creativi e cercare dei nomi particolari per il proprio tableau. C'è chi crea il cartellone con la piantina del viaggio di nozze con le varie località e sul tavolo si trova il cartoncino con il nome della località o qualcosa che ricordi quella città, alcuni fanno i classici nomi di fiori e colori, altri fanno giocare gli invitati. Un'idea molto bella e che movimenta il matrimonio è scrivere sul tableau,  il titolo di una canzone e sul tavolo ci sarà il nome del cantante...molto divertente perchè tutti collaborano, anche chi non si conosce!

Attenzione PRIMA DI FARE IL TABLEAU  occorre sapere con precisione il numero degli ospiti che verranno al matrimonio, per cui chiedete la conferma e poi fate il tableau. Un consiglio è quasi impossibile farlo con precisione quindici giorni prima come impongono alcune tipografie. Noi solitamente lo facciamo due giorni prima del matrimonio.
Spazio libero quindi alla fantasia e creatività, un tableau originale è sempre molto apprezzato e attira l'attenzione degli invitati che sono in attesa del banchetto nuziale.


ALLESTIMENTO DELLA LOCATION






L'allestimento della location è il vero tocco magico da preparare con cura e generosità. I punti strategici, sapientemente addobbati fanno la differenza e danno quel tocco di magia che renderà la vostra location unica.
Tra i particolari che contribuiscono a rendere una cerimonia indimenticabile, ci sono i fiori, i tulle, i nastri e i confetti che fanno da cornice a tutto il matrimonio e che definiscono tutto lo stile, il tono e la personalità del grande giorno. Chiaramente tutto deve essere  in armonia con lo stile della location!
Gli allestimenti sono fondamentali perchè sono guardati, ammirati e commentati da ogni ospite (che focalizza l'attenzione sugli sposi, ma anche sulla scelta della location e sul buon gusto) e i punti strategici nel quale fare qualche addobbo sono proprio quelli di maggior passaggio. Quindi via al tulle per porte, archi, ingressi, che rappresentano segnali di benvenuto e che "riscaldano" l'atmosfera del matrimonio.
Naturalmente tutto deve essere fatto in armonia con il tipo di location. 



Se l'ambiente nel quale ci troviamo è un ambiente Country meglio prevedere allestimenti con fiori semplici e colorati, come i fiori di campo, ad esempio, oppure girasoli, gerbere, oppure perchè no,  anche gli ortaggi!
Se l'ambiente è elegante, prediligiamo composizioni più raffinate con rose, orchidee, e sicuramente utilizzeremo organze e veli che creano l'effetto romantico.
Qualsiasi sia l'ambientazione di sicuro è che si possono utilizzare vasi di vetro e candele per creare atmosfera e riscaldare gli ambienti considerati freddi e decorare con perline e acrilici per dare luce all'ambiente troppo spento. Inoltre se abbiamo sulle tavolate se volete creare un effetto elegante ma simpatico, utilizzate  stoviglie colorate!


Tutti gli elementi che decorano il luogo del ricevimento è meglio che siano coordinati fra loro, per cui anche lo stesso Tableau de Mariage dovrà essere in stile con tutto!






GLI ASPETTI TECNICI e CONSIGLI PRATICI 
DELLA WEDDING PLANNER

Per organizzare un matrimonio, oltre alle scelte effettuate precedentemente, alle tempistiche da rispettare, un aspetto sicuramente divertente e creativo e allo stesso tempo complesso,  riguarda gli allestimenti. Dovrete supportare gli sposi nelle loro decisioni con consigli, suggerimenti e idee originali.
Attenzione: non siete voi wedding planner che dovete scegliere, ma gli sposi, voi dovete solamente capire (non è facile) cosa vorrebbero loro, come sognano il loro matrimonio e consigliare il meglio per loro. 
Avere delle competenze di base su vari aspetti organizzativi è necessario per avere una visione complessiva del progetto di nozze.



Gli SPOSI si aspettano da voi la MAGIA
di un matrimonio PERFETTO
in ogni dettaglio: la location, la scenografia
e tutta l'organizzazione
richiede un lavoro IMPECCABILE.

In seguito analizzeremo delle nozioni di base che una WEDDING PLANNER deve conoscere per non sbagliare o dimenticare.


GLI ALLESTIMENTI  IN CHIESA
 o IN MUNICIPIO


L'allestimento della Chiesa o del Municipio deve tenere conto dello stile architettonico, delle dimensioni, dei giochi di luce o ombra che si creano all'interno dell'edificio, della capienza e del gusto degli sposi.
Spazio quindi alla fantasia, alla creatività (a seconda del budget a disposizione), agli allestimenti di buon gusto in armonia con il contesto cui ci si trova di fronte.

Sicuramente occorrerà prevedere gli addobbi in Chiesa per: 
  • la Facciata Esterna: E' la prima che è visibile subito da tutti, quindi si può arricchire il portale con composizioni semplici di tulle e/o fiori, oppure posizionare due grandi composizioni laterali all'ingresso
  • la Navata Centrale. Segna il passaggio della coppia che si avvia verso l'altare, è molto bello semplicemente decorare le panche con qualche addobbo, anche solo del tulle, oppure mettere delle candele o piante a terra, o ancora dei petali che segnano il corridoio.
  • l'Altare. Due composizioni laterali alle estremità degli sposi, una semplice composizione vicino al tabernacolo.
Gli stessi allestimenti descritti sopra si possono tranquillamente utilizzare come schema anche per il Municipio tenendo conto che c'è l'ingresso, una sala celebrativa e il tavolo di appoggio. Tutto questo può essere reso bello e armonico dal tipo di allestimento che viene scelto

Chiaramente è da considerare che la scelta del colore e degli addobbi dipendono da alcuni aspetti. 
Primo di tutti è l'abito della sposa, lo stile della cerimonia, l'architettura del luogo, il periodo in cui ci si sposa e i gusti degli sposi.


IL GALATEO e la TRADIZIONE

Ci sono delle credenze puramente popolari, e la tradizione prevede che nel matrimonio:
  • la SPOSA deve indossare qualcosa di blu, di vecchio, di nuovo, di prestato, di regalato
  • lo SPOSO non può vedere l'abito della sposa prima del matrimonio
  • la SPOSA deve lanciare o regalare il suo bouquet per buon auspicio
  • non si deve dormire nella casa coniugale prima delle nozze (questo è passato in secondo piano e non più rispettato da quando si convive)
  • la sposa non deve fare il letto ma deve essere preparato da due ragazze nubili
  • il marito deve oltrepassare la soglia di casa con la moglie tra le braccia
Un'altro aspetto del matrimonio e del galateo è dettato dalla ripartizione delle spese, anche se ultimamente vengono comunque sostenute da entrambi gli sposi. In ogni caso, il galateo sostiene che:
alla Famiglia della SPOSA spetterebbero:
  • l'abito della sposa e i suoi accessori
  • le partecipazioni e le bomboniere
  • i fiori della cerimonia e del luogo del ricevimento
  • il banchetto e la torta di nozze
alla Famiglia dello SPOSO spetterebbero:

  • le fedi nuziali
  • il bouquet della sposa
  • la musica 
  • la prima notte di nozze in un hotel
  • il viaggio di nozze
  • l'arredamento della casa






                                        LE TEMPISTICHE



Per un bravo o una brava Wedding Planner è molto importante tenere sotto controllo la tempistica di tutta l'organizzazione al fine di predisporre tutto con un certo anticipo e per essere certi di non dimenticare nulla e di tenere tutto sotto controllo. Per cui stileremo un nostro elenco fornitori del matrimonio, con i relativi indirizzi, numeri di telefono e persona di riferimento. Accanto ad ognuno occorrerà scrivere anche di cosa si è parlato (importantissimo, nel caso dobbiate gestire più matrimoni contemporaneamente) e il prezzo pattuito. Ogni wedding planner si stilerà la sua lista in base alle proprie preferenze, cè chi ama fare schemi e chi elenchi, per cui non esiste un modello prestabilito per il fututo organizzatore.

In ogni caso occorre tenere conto delle attività da svolgere secondo un promemoria ben preciso e dei tempi ben precisi, come vorrebbe il galateo.



REGOLE DEL GALATEO

1 ANNO PRIMA
Scegliere la Chiesa o il Municipio e di conseguenza scegliere la location e catering

6 MESI PRIMA
Preparazione dei documenti e scelta dell'Abito della Sposa

5 MESI PRIMA
Stesura della lista degli invitati e delle persone cui inviare le partecipazioni

3 MESI PRIMA
Contattare il Fiorista, il Fotografo, il musicista.
Scegliere la lista nozze.
Prenotare il Viaggio di Nozze

2 MESI PRIMA
Scegliere i testimoni
scegliere partecipazioni
definire i menù
Ordinare le Bomboniere
Definire make-up, accessori e acconciatura
Scegliere l'Abito dello sposo

1 MESE PRIMA
Affissione delle pubblicazioni di matrimonio
Comprare le Fed
Confermare gli addobbi floreali di chiesa e ristorante
Prova dell'abito

2 SETTIMANE PRIMA
Prenotare l'auto
scegliere il bouquet della sposa
ritirare le fedi
Confermare il numero degli invitati
Pianificare la disposizione tavoli



 REGOLE IN BASE
ALLA NOSTRA ESPERIENZA



1 ANNO PRIMA
Scelta della Chiesa o del Municipio
Scelta della location
Scelta del fotografo
Raccolta e spunti di idee, riferimenti e informazioni interessanti

8 MESI PRIMA
Comincia la ricerca dell'abito della sposa
Lista degli invitati

6 MESI PRIMA
Se necessario prenotate delle camere in alcuni hotel per gli ospiti che arriveranno da altre città
Conferma dell'abito da sposa scelto
Prenotate il viaggio di nozzze
Controllate che tutti i documenti siano in regola sia quelli per la cerimonia che quelli che vi serviranno per il viaggio.

5 MESI PRIMA
Prenotazione dell'auto
Prenotazione delle bomboniere
Scegliere le partecipazioni
Scegliere il musicista per la cerimonia e la location
Scegliere l'abito dello sposo
Individuate e informate i testimoni
Decidete damigelle e paggetti

3 MESI PRIMA
Scegliere la lista di nozze
Scegliere le fed
Contattare il fiorista per addobbi e bouquet
Definire l'allestimento della location con il/la Wedding planner
Scegliere il menù
Spedire le partecipazioni
Contattare il pasticcere per la Wedding cake
Prova delle acconciature della sposa

1 MESE PRIMA
Testate con il catering il menù scelto
Definite la disposizione tavoli e quindi chiedere le conferme degli invitati
Confermate il programma musicale
Prova abito della sposa
Fate un sopralluogo in chiesa o municipio e al luogo della festa

2 SETTIMANE PRIMA
Dare la conferma definitiva degli invitati al catering o ristorante
Ricontattare telefonicamente i fornitori per accordarsi sulle tempistiche di consegna

Questa ultima lista è quella che in base alla nostra esperienza funziona meglio, poi ogni wedding planner può stilare la sua to-do list, l'importante è non dimenticarsi niente e fare tutto, bene, in modo che il giorno del sì possa essere perfetto per gli sposi e senza pensieri.




La professione e le origini del WEDDING PLANNER
Chi è e cosa fa il wedding planner




L'origine della professione Wedding Planner inizia ufficialmente in America e sta diventanto, soprattutto negli ultimi tempi, una vera e propria figura indispensabile per la riuscita di un bel matrimonio.

Ha avuto un'esplosione attraverso film e libri, di origine americana e arrivati poi fino a noi.

In America la professione esiste già da diversi anni, da noi è arrivata solo pochi anni fa.

La figura del Wedding Planner esiste soprattutto nelle grandi città, e man mano si sta evolvendo anche nelle città più piccole.



Questa professione, a livello italiano, non è riconosciuta ufficialmente, o meglio, non esistono diplomi di istituti accademici che rilasciano la certificazione per poter esercitare la professione, ma solo attestati di frequenza a corsi che hanno prezzi elevatissimi e non fanno mettere in pratica quello che in teoria già sappiamo tutti. Per questo motivo abbiamo deciso di essere noi, due wedding planner con pluriennale esperienza, sconosciute a livello italiano, ma conosciutissime a livello locale, a pubblicare il corso.



Il Wedding Planner è la figura professionale che permette di pianificare il matrimonio, sa gestire gli imprevisti e non si perde mai d'animo. E' la persona cui affidarsi per la buona riuscita di un evento affinchè vada tutto nel migliore dei modi, è quella persona in grado di affrontare tutti i problemi che avvengono nel corso della pianificazione fino al giorno del sì. E' la confidente nei momenti in cui non sappiamo come fare perchè anche i genitori dicono la loro sul matrimonio, è nostra amica e ci consiglia veramente il meglio per noi.



Il Wedding Planner è quella persona che consiglia, dà suggerimenti, trova risposte ai quesiti, che vengono poste dagli sposi, è la figura che ha un potere contrattuale non indiffierente riguardo a location, catering, allestimenti, bomboniere. Ricordiamo che, nella maggior parte dei casi, è sempre la prima volta che ci si sposa e ci si affaccia a questo immenso mondo delle nozze. Il Wedding Planner lo conosce molto bene e conosce i punti di forza e debolezza di un qualsiasi fornitore delle nostre nozze, per cui può contrattare per noi.

















1 commento: